Moda & Idee

Portare i tacchi? Questione di allenamento

Autore: Admin (pubblicato il 05 Dicembre 2011 in Moda & Idee) Nessun segreto e nessuna tattica, nemmeno magie, solo una regola: per portare i tacchi bisogna essere allenate

Portare i tacchi equivale quasi ad un esercizio ginnico al quale il corpo deve arrivare preparato, infatti  tacchi alti determinano contratture e conseguenti dolori muscolari ai polpacci, da cui ci si difende solo con uno stretching mirato.  

Quando indossi scarpe con tacchi alti i glutei vengono spinti verso l’alto con conseguente accorciamento dei dorsali nella zona lombare e rischio di usura dei dischi intervertebrali.    Per contrastare questa complicazione, allenati rinforzando gli addominali e la muscolatura estensoria della schiena.   

Un semplice esercizio da fare tutti giorni è il seguente: sdraiata con la schiena a terra e le gambe piegate, solleva i glutei per 5 minuti.  


Per controbilanciare invece la posizione innaturale a cui i tacchi costringono il bacino, porta avanti il bacino, tirando indietro leggermente l’ombelico durante la camminata.

Ogni tanto poi, contrai profondamente addominali e glutei.  
Molte donne quando portano scarpe con tacchi alti tengono il busto piegato in avanti e la testa bassa, finendo così per irrigidire il collo e provocare un fastidioso dolore alla cervicale.    Ci si può allora “raddrizzare” con uno degli esercizi più noti per le fanciulle: camminare 15 minuti al giorno con un libro sulla testa (esatto, quel fantomatico esercizio FUNZIONA)  

E per finire, dopo una giornata in bilico sul tuo stiletto preferito, il metatarso sarà stato sovraccaricato.   

Concediti allora un massaggio alla pianta del piede. Te lo meriti.
Al momento questa guida non è ancora stata votata
Aggiungi il tuo commento alla guida